L'IMBOTTIGLIAMENTO

L'imbottigliamento viene di regola eseguito da giugno ad agosto. In un periodo che oscilla da qualche mese a un anno il vino pronto. 

Di solito l'invecchiamento non va oltre i cinque anni, ma i vini di pregio si possono conservare anche pi a lungo.

Il vino deve essere filtrato sterilmente (a membrana) al momento immediatamente precedente l'imbottigliamento.

Nella bottiglia ancora vuota si sostituisce l'ossigeno interno con azoto gassoso. Le bottiglie sterili vengono chiuse con tappi a corona sterili o a vite o con tappi di sughero (il sughero impermeabile ai liquidi e ai gas ed un ottimo coibente termico). 

Per garantire la protezione antiossidante del vino e la sua vita organolettica per tempi sensibilmente lunghi, occorre che l'imbottigliamento venga fatto con attrezzature moderne e costose.

Sulle bottiglie viene attaccata un'etichetta in cui deve essere indicato il titolo alcolico e, per le produzioni a denominazione di origine controllata, l'annata, il numero di serie e il marchio depositato. (Clicca qui per saperne di pi)

Le bottiglie vanno sempre conservate orizzontali, in modo che il vino sia a contatto col tappo. Il vino teme la luce e dovrebbe stare a una temperatura di 12-14 C.

IERI

... E OGGI