NUOVE STRATEGIE PER L'ENOTECA REGIONALE DI DOZZA

Fonte: VigneVini n. 11/98

L'Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna  con sede a Dozza nelle cantine della Rocca Sforzesca e sorta nel 1970 per iniziativa del Comune di Dozza, della Pro Loco e di alcuni produttori locali, č stata riconosciuta (otto anni pių tardi, grazie ad un'apposita legge della Regione) come lo strumento pių idoneo alla promozione del vino emilano-romagnolo sul territorio nazionale ed estero.

La scelta di Dozza come sede dell'Enoteca calzava a pennello oltre che per le radici storiche della cittadina da sempre legata al vino anche per la posizione strategica; ubicata sulle amene colline della Romagna, Dozza appare come un piacevolissimo baluardo equidistante da Piacenza e Rimini, i due estremi territoriali della Regione.

L'Enoteca ha da sempre svolto le funzioni di promozione assieme a quelle di educazione e informazione del consumatore, sia organizzando dibattiti e wine-tasting,  come pure partecipando a manifestazioni ed avvenimenti fieristici di settore sia nazionali che esteri.

Attualmente l'Enoteca sta lavorando per migliorare l'immagine dei vini regionali sul mercato nazionale ed estero, abbinando enologia a cultura, arte e turismo.

Si vogliono migliorare i collegamenti con i Consorzi di tutela dei vini della regione, e perfezionare l'intesa con l'Enoteca Italiana di Siena.