Stime di Assoenologi sul Capodanno

Assoenologi stima che tra Natale e Capodanno saranno stappate nel mondo 150 milioni di bottiglie, di cui solo in Italia ben 70 milioni, per un giro d'affari di 700 mld di lire.

Le imprese italiane hanno realizzato nel '99 circa 300 milioni di bottiglie, di cui 280 milioni prodotte col metodo charmat (fermentazione in autoclave) e il resto col metodo classico (fermentazione in bottiglia).

Solo il periodo natalizio assorbe il 50% di tutta la produzione annua.

L'Asti è lo spumante più diffuso: oltre 80 milioni di bottiglie. Seguito dal Prosecco: oltre 20 milioni.

Le zone di maggiore produzione si trovano in Piemonte, Veneto, Lombardia e Trentino. Il 95% del "classico" è prodotto da Lombardia, Trentino e Piemonte.

In Piemonte s'imbottiglia la metà dello charmat.